Data:
ven 26/08/2016 - lun 29/08/2016

Descrizione:

In tema di relazioni abbiamo tutti molto da imparare. E’ importante vivere relazioni basate sulla fiducia e sull’amore, anziché condizionate dalle paure e dai bisogni. Amare senza condizioni non è facile, tuttavia è possibile aprirsi a più ampie forme d’amore che ci possono aiutare a vivere i nostri rapporti con molta più facilità. Possiamo imparare ad affrontare anche i momenti di crisi della relazione, evitando di rimanere bloccati. Possiamo utilizzare ogni occasione come un’opportunità per aprirci a un livello più elevato di consapevolezza.

Potremo così:

  • Instaurare una comunicazione che nutra la relazione
  • Diventare consapevoli della soggettività delle nostre percezioni
  • Dare riconoscimento ed esprimere la gratitudine
  • Imparare l’ascolto profondo
  • Lasciar andare il bisogno di avere sempre ragione
  • Riconoscere l’intelligenza del cuore come atto creativo
  • Diventare consapevoli di quello che è già presente nella nostra vita
  • Riconoscere e accogliere la diversità
  • Liberarci dal giudizio

Solo imparando a lasciare andare modalità antiche di comportamento che ci hanno portato a favorire la malevolenza, la malizia o la cattiveria attraverso pensieri, parole e azioni diventeremo persone più integre e libere dalla paura dell’abbandono e dal senso di colpa.

Secondo l’insegnamento di tutti i grandi maestri spirituali, la meditazione è uno strumento fondamentale nel sentiero che conduce al Risveglio. Percorrerlo significa, come dice il Buddha, trovare la via di mezzo. C’è sempre una via di mezzo tra il bianco e il nero, il liscio e il ruvido, l’amore e l’odio, l’andare e il restare, il dubbio e l’assoluta certezza. Questa è la via dell’equilibrio.

Grazie alla meditazione possiamo prendere contatto con la parte più profonda di noi, imparare a comprendere la mente e lasciando fluire le nostre energie vitali, ritrovare più tranquillità e pace. Aiutandoci a risvegliare la consapevolezza del nostro essere spirituale, la meditazione ci permette di ritrovare il senso profondo della nostra esistenza.

In questo ritiro ci soffermeremo sui “quattro stati incommensurabili” insegnati dal Buddha: la gentilezza amorevole (metta), la compassione (karuna), la gioia compartecipe (mudita) e l’equanimità (upekka). Tutti e quattro gli stati si riferiscono alla capacità umana di partecipare alla vita con maggiore benevolenza. Applicando l’insegnamento del Buddha alla nostra vita quotidiana favoriremo lo sviluppo di relazioni positive libere dalla tendenza al possesso, alla gelosia, all’invidia, al risentimento, al conflitto.

Riconosceremo che queste inclinazioni sono insite nell’animo umano e prenderemo consapevolezza delle molte resistenze che ci impediscono di aprire il nostro cuore. Purificandolo e andando oltre la paura d’amare e di essere amato favoriremo il risveglio della sua innata saggezza. Eviteremo di cadere nelle consuete trappole delle dinamiche di conflitto. Daremo all’Amore delle nuove possibilità d’espressione e saremo capaci di vivere finalmente delle relazioni salutari.

Per informazioni ed iscrizioni

Amita Luce Infinita

cell. 333.50.78.367

(ore 10:00 – 12:00; 17:00 – 19:30)

meditiamoinsieme@amitaluceinfinita.it
www.amitaluceinfinita.it