Incontri con insegnanti qualificati nella tradizione buddhista tibetana

Organizziamo corsi e programmi di studio con insegnanti esperti orientali e occidentali, in cui studenti nuovi e con esperienza possono conoscere e approfondire la filosofia, il modo di vivere e le pratiche buddiste.

  • La Scienza della Mente nel Buddhismo Tibetano (5 incontri Marzo – Luglio 2018) con il Venerabile Losang TharcinSua Santità il XIV Dalai Lama, in questi ultimi anni, dopo vari incontri con scienziati famosi in tutto il mondo, ha espresso il desiderio che alcune parti delle Parole del Buddha contenute nel Kanghiur (le Parole del Buddha tradotte in Tibetano), e alcune contenute nel Tengyur (i commentari alle Parole del Buddha dei Pandita Indiani tradotti in Tibetano) venissero estratte e classificate in tre categorie ben distinte: (i) la scienza buddhista, (ii) la mente nella psicologia buddhista, e (iii) la pratica spirituale buddhista. Tale desiderio espresso più volte nel corso dei suoi insegnamenti, si basa sul fatto che le persone hanno interessi e predisposizioni differenti; per questo risulta utile ed intelligente presentare il pensiero e i significati racchiusi nella profonda dottrina buddhista attraverso questi tre campi di studio. La sua visione a sostegno di questa aspirazione è che gli argomenti che trattano prevalentemente la pratica spirituale risultano confinati ai soli buddhisti, mentre i soggetti che fanno riferimento all’antica scienza e psicologia buddhista, possono avere un richiamo e un interesse più ampio: per esempio, nell’ambito accademico ed intellettuale.

     La mente nella psicologia buddhista

    Si insegna che la percezione e l’apprendimento dipendono dal riunirsi di tre fattori interdipendenti tra loro: un oggetto referente, un cognitore e il processo di conoscenza. Perché allora il risultato di tale azione non determina sempre una comprensione corretta della realtà? Perché nel processo del conoscere si generano anche cognitori non validi e ingannevoli circa la realtà e il suo apprendimento?

    In occidente la filosofia è un campo di studio che abbraccia molteplici aree di indagine, quali l’epistemologia, la logica, l’etica e altri aspetti culturali della vita dell’individuo: questo per procurare un beneficio o dei vantaggi all’uomo e alla collettività. Aristotele insegnò “Tutti gli uomini, per natura, aspirano alla conoscenza”.

    Nel buddhismo la conoscenza della realtà (esterna ed interna) non può prescindere dal rapporto di interdipendenza che intercorre tra un oggetto (realtà) e il possessore d’oggetto (mente); per questo la mente è definita ‘un conoscitore’, e la sua funzione è quindi quella di conoscere gli oggetti e la realtà fenomenica.

    Tutti noi sappiamo che è importante comprendere la realtà, ma se ci chiediamo come si percepisce e si apprende la realtà? Questo avviene tramite la mente, qualificata come conoscitore, in quanto ha la funzione di conoscere i suoi oggetti referenti: ciò che deve essere conosciuto correttamente. Da ciò ne consegue che qualunque obiettivo o scopo importante è perseguibile ed ottenibile solo tramite un cognitore valido, e non attraverso un cognitore erroneo. La nostra mente ha questa potenzialità, quella di comprendere perfettamente la realtà.

    Soggetti di Studio

    (1) Menti che realizzano il proprio oggetto ‒ 3 marzo 2018

    (2) Menti che non realizzano il proprio oggetto ‒ 14 aprile 2018

    (3) Cognitori validi e cognitori non validi e i vari oggetti della coscienza ‒ 5 maggio 2018:

    (4) Menti e fattori mentali (I parte) ‒ 16 giugno 2018:

    (5) Menti e fattori mentali (II parte) ‒ 21 luglio 2018

    Il corso si svilupperà attraverso sessioni di meditazione, insegnamento e discussione.

    Testi di Studio

    1. Un sommario sui vari tipi di mente di Akya Yongdzin Yangchen Gawe Lodrö
    2. Presentazione della mente e dei cognitori, un compendio di tutti i punti importanti per dischiudere l’occhio di una nuova intelligenza di Ghesce Jambel Sampel.
    3. Una chiara presentazione dei vari tipi di mente e fattori mentali di Yeshe Ghieltsen

        

    Il Programma di base: ALLA SCOPERTA DEL BUDDISMO
    “Alla scoperta del buddismo” è un programma di studio e pratica di circa due anni, in media un week-end ogni mese. È il risultato del lavoro combinato fra i vari insegnanti e coordinatori spirituali dei centri FPMT di tutto il mondo, sotto la supervisione di Lama Zopa Rinpoche. Gli studenti possono ricevere un certificato dopo aver completato tutti i prerequisiti.
    Approfondisci il Programma di base

Ritiri guidati di gruppo

Organizziamo corsi guidati di meditazione silenziosa e analitica, che possono durare da 2 a 10 giorni.
I ritiri sono accompagnati da insegnanti tibetani o occidentali esperti.
Vedi Calendario

Ritiri individuali

Ai praticanti singoli, che già abbiano avuto le istruzioni sul ritiro, possiamo offrire una stanza tranquilla con entrata indipendente. Questa sistemazione permette di potersi ritirare indisturbati per un periodo che può andare dai tre giorni ai tre mesi.
Possono essere messi a disposizione cibi naturali, ma in certi casi i pasti devono essere preparati dall’ospite stesso.
I mesi da gennaio a marzo sono particolarmente adatti ai ritiri individuali, perché in questo periodo anche nel resto della casa viene rispettato prevalentemente il silenzio.
Meno adatti sono i mesi di luglio e agosto.
Su richiesta si viene assistiti nella pratica di meditazione.
Chiedi informazioni

Incontro tra vie occidentali e orientali per la ricerca dello sviluppo interiore

Offriamo corsi centrati sull’esperienza, in cui le diverse discipline – lavoro sul corpo, psicoterapia, scienza della guarigione, arte – vengono combinate con elementi di meditazione.

Da sabato 28 aprile 2018 (6 incontri)

Un nuovo corso della Fondazione per lo Sviluppo di Compassione e Saggezza

Azione, Riflessione e Trasformazione: un percorso verso una vita completa (1° modulo)

con Claudia Wellnitz

Questo programma propone un’indagine sistematica su come vivere una vita più soddisfacente e significativa nel ventunesimo secolo. Il programma esplora tre tematiche tra loro interconnesse:

La felicità interiore – come un quadro etico di valori umani fondamentali, quali la gentilezza e il coraggio, che possono essere coltivati, interiorizzati e messi in pratica nella vita quotidiana per creare le cause della felicità duratura e genuina.

Il buon cuore – come l’empatia e la compassione possono essere sviluppate attraverso pratiche semplici per coltivare relazioni più positive e premurose nei confronti della famiglia e della società.

La chiarezza mentale – come l’addestramento all’attenzione e alla consapevolezza aumenti la nostra abilità a liberarci da abitudini mentali disturbanti, e ad aprirci a scelte positive per la vita moderna assai complicata.

Questo corso si completerà in cinque giorni, tra aprile e agosto 2018, e avrà cadenza mensile. Per facilitare lo studio, verranno distribuiti trascrizioni e materiale audio. Le date successive sono: 12 maggio, 3 giugno, 8 luglio, 4 agosto.
Chiedi informazioni

Arte e colloqui

C`è una stanza dedicata alla creatività, in cui le persone interessate possono sviluppare la loro espressione artistica – con o senza conduttrice.
Offriamo anche accompagnamento per persone che vogliono fare un passo nella loro crescita interiore e colloqui individuali su questioni spirituali.
Chiedi informazioni

Possibilità di affittare gli spazi

Gruppi i cui obiettivi siano conciliabili con i nostri possono chiedere in affitto il Centro per corsi più o meno lunghi. Saranno assistiti dal team della Casa.
Chiedi informazioni